Come prepararsi al rientro a scuola

Lo sappiamo, le vacanze sono volate e sembra impossibile che settembre sia già alle porte, ma purtroppo è così.

La fine dell'estate si sta avvicinando sempre più e con essa quindi si fa imminente il rientro a scuola per i nostri piccoli!

C'è chi inizierà un nuovo percorso all'asilo, chi invece si confronterà con le scuole elementari: l'importante è non farsi trovare impreparati.

I bambini inizieranno quindi a crescere e a diventare grandi, imparando tante nuove cose, come leggere, scrivere e contare, e incontreranno tanti nuovi amici con cui divertirsi e costruire nuovi legami che si spera dureranno per tutta la vita.

È importante però aiutarli a prepararsi al meglio per affrontare questa nuova e bellissima esperienza, sia scegliendo insieme il giusto materiale, che spiegando loro alcune piccole cose base.

Vediamo insieme come!


Acquistare zaino ed accessori

I bambini avranno bisogno di uno zainetto dove riporre il materiale necessario per svolgere le varie attività didattiche.
Recatevi quindi insieme presso la vostra cartoleria di fiducia o un qualche negozio specializzato: qui potrete trovare tanti modelli, di diversa capienza e colori, adatti alla loro età e perfetti per essere sorretti dalle loro delicate schiene. Per quanto sembri superfluo, è utile scegliere il giusto zaino, poichè averne uno di loro gradimento farà acquistare ai bambini maggiore sicurezza e andranno più volentieri a scuola, sentendosi a proprio agio. Assecondateli quindi nella loro scelta.
Le fantasie disponibili sono molte, e i più piccoli spesso adorano quelle che raffigurano i loro personaggi preferiti, come quelli Disney o di altri cartoni animati. Dopo aver scelto lo zaino, è il momento dell'astuccio.
Spesso se ne trovano di coordinati, e possono avere uno o più scomparti. Informatevi preventivamente dalle maestre su cosa dovranno portare a scuola durante l'anno: penne, lapis, pennarelli e matite.
In questo modo potrete scegliere un astuccio adeguato a contenere tutto, ed inoltre, nel caso debbano avere sempre con sè i colori, potrete optare per i modelli con integrato l'apposito spazio per riporli. Spesso le grandi marche ne producono anche di già accessoriati con tutto il necessario, così che possiate anche risparmiare un pochino. Infine, il diario. È un accessorio molto importante, perchè è qui che i bambini appunteranno le comunicazioni per i genitori e i compiti da fare.
È fondamentale quindi che sia facile da capire e da usare, che i giorni della settimana siano quindi ben individuabili, e che contenga uno spazio dove annotare l'orario settimanale delle lezioni.

Scegliere i giusti quaderni

Ogni bambino ha bisogno di quaderni per poter scrivere e svolgere le attività didattiche.
Informatevi con le altre mamme su quanti e di quale tipologia acquistarne.
Solitamente, si può iniziare con un paio di quaderni a righe per italiano e le materie letterarie, e un paio a quadretti grossi per i calcoli.

Acquistare i libri didattici

Recatevi presso l'istituto che frequenterà vostro figlio e ritirate la lista dei libri di cui avrà bisogno durante l'anno, così da poterli acquistare.
Spesso nelle scuole sono presenti anche banche del libro dove affittarli, a patto di renderli in buono stato e ripuliti da eventuali scritte, così da risparmiare un pochino.

Imparare ad usare forbici, gomma e tempera matite

Certo, ci penseranno le maestre a farlo, ma durante l'estate è possibile abituarli già ad usare le forbicine dalla punta arrotondata per ritagliare semplici figure, così da aiutarli a sviluppare una certa manualità. Stessa cosa vale per gomme e temperini: se sapranno come usarli, eviterete inutili sprechi, con matite appuntate più del necessario e quindi finite nel giro di pochi mesi, o gomme spezzate per il troppo impeto che hanno messo nell'usarle!

Insegnare ad usare il quaderno

Trovandosi per la prima volta di fronte ad un quaderno su cui scrivere, è normale che i bambini si sentano un pochino spaesati!
Aiutateli quindi a capire come bisogna fare, facendo vedere loro dove posizionare la penna per iniziare la riga, cioè in alto a sinistra.

Infine, la cosa più importante è saper creare nel bambino aspettative positive, liberandolo da eventuali ansie e paure.

Questa è una fase molto delicata della loro vita, ed è indispensabile proteggerli da eventuali traumi che potrebbero ripercuotersi sul loro rendimento scolastico o sulla loro voglia di andare a scuola.

In ogni caso, i bambini sono molto forti e sapranno adattarsi bene a questo nuovo importante cambiamento.

Sarà una gioia vederli entusiasti per questo nuovo ed emozionante capitolo della loro vita!

Pin It