Bambini con difficoltà di concentrazione? Alcuni giochi utili

I bambini hanno bisogno di muoversi, di praticare attività motoria e di giocare spensierati.

Tuttavia ci sono sempre più casi di bambini che risultano essere iperattivi.

Si tratta di quei bambini che hanno importanti difficoltà di concentrazione e che tendono ad essere sempre in movimento.

Il problema dell'ADHD (distrubo da inattenzione e iperattività) deve essere diagnosticato da un medico.

Tuttavia, ci sono dei giochi e delle attività che possono essere proposte al bambino per stimolare la sua attenzione e concentrazione.
L'obiettivo è coinvolgere il bambino con un'attività interessante e stimolarlo a portare a termine il gioco per avere un premio. I
n questo modo il bambino, oltre a ottenere il premio, si sentirà anche soddisfatto di aver completato il gioco.

Giochi di movimento

Tenere a freno l'iperattività di un bambino non significa costringerlo a stare seduto su una sedia.
Ci sono attività e giochi efficaci che prevedono movimenti come corse, salti e altri movimenti del corpo.

Ovviamente il tutto deve essere legato al tenere alta la concentrazione del bambino.

Uno dei giochi da poter proporre ai bambini più agitati è "Rubabandiera".
Ci si divide in due squadre e ogni persona viene associato a un numero, una frutta o un colore (o anche altro secondo la fantasia).
Tra le due squadre disposte in riga e a debita distanza (sono sufficienti 3-4 metri) si colloca un arbitro, non necessariamente un adulto, che chiamerà di volta in volta un certo numero, frutta o colore tenendo un fazzoletto in mano e aspettando che una delle due parti lo prenda per portarlo alla riga di appartenenza.

"Rubabandiera" è un gioco che prevede una componente fisica (la corsa), ma richiede un grande sforzo di concentrazione da parte dei bambini che non devono mai smettere di ascoltare e osservare quello che succede.

Un altro gioco perfetto per stimolare la concentrazione del bambino senza limitare la sua libertà di movimento è il "Gioco dei comandi".
Un adulto fornisce ai partecipanti delle indicazioni di movimento in base a determinati gesti.
Ad esempio, un fischio singolo implica correre, due fischi consecutivi vuol dire camminare, tre fischi saltare, e così via.
Una volta impostate le regole, i bambini si dispongono nello spazio a disposizione (meglio farlo all'aria aperta) e dovranno stare sempre attenti al numero di fischi che sentiranno per eseguire bene i comandi.

Si tratta di un'attività psicomotoria che stimola l'attenzione e la concentrazione dei bambini, ma che allo stesso tempo dà loro la possibilità di muoversi.

Giochi da tavolo

Ai bambini che manifestano difficoltà di attenzione possono essere proposti anche giochi da fare seduti a un tavolo.

Sono attività più impegnative per i bambini che non riescono a stare fermi, ma vale la pena provare, magari mettendo in palio un premio se si porta a termine il gioco.

In questo caso vanno bene tutti i giochi da fare con i mazzi di carte colorate, come ad esempio "Uno", ma anche il memory è una buona attività da proporre ai bambini, perché aumenta la capacità di attenzione e la memoria di lavoro.

Altri giochi adatti in questo contesto sono "Shangai", che stimola la capacità di problem solving, "Forza 4" che favorisce anche la capacità di inibizione e "Indovina Chi?", che aiuta a migliorare la capacità di attenzione e la memoria a breve termine, dal momento che non possono essere ripetute domande già poste. Infine, un altro gioco da fare in casa e, volendo, anche in modo improvvisato, è la "Scatola delle meraviglie".

In una scatola viene messo un oggetto e il bambino, bendato, deve indovinare cosa c'è nella scatola con il solo senso del tatto.
Il bambino può fare domande per capire meglio cosa si nasconde nella scatola, e deve tenere ben a mente le risposte.

Semplici giochi che possono essere organizzati saltuariamente per stimolare l'attenzione e la concentrazione del bambino, non solo di quelli iperattivi.

Pin It