I giochi di una volta da fare anche oggi

Come si divertivano esattamente i bambini degli anni 50? I giochi d'epoca erano tanti e diversi.

In particolare i bimbi si riunivano nei cortili o nelle strade e organizzavano giochi semplici e divertenti. Le mamme potevano stare tranquille: durante quel periodo c'era un alto livello di sicurezza, scarso traffico e pochissima delinquenza, tanto è vero che spesso si dormiva persino con le porte aperte.

Il gioco più amato era sicuramente Nascondino che permetteva sia a maschi che alle femmine di partecipare risvegliando anche il loro spirito di avventura. I posti dove ci si nascondeva di più erano dietro i portoni delle case o anche dietro gli alberi.

La Campana veniva invece considerata un gioco perlopiù femminile. Con un gesso si disegnava a terra un percorso fatto di riquadri numerati. All'interno dei riquadri, dopo aver lanciato un sasso, occorreva saltare fino ad arrivare all'ultimo riquadro, il numero 10, senza toccare i bordi, uscire fuori o cadere.

C'era poi il famoso Un, due, tre...stella che penalizzava i bimbi con scarso autocontrollo e dove un bambino o una bambina contava fino a tre e voltandosi verso i suoi amici faceva retrocedere chi si muoveva per sbaglio.

Questi tre giochi si sono tramandati di generazione in generazione, arrivando fino ai giorni nostri. Purtroppo sempre più spesso i piccoli preferiscono trascorrere il loro tempo libero in casa, magari davanti alla televisione o a un videogioco, nuocendo alla loro stessa salute.

I bambini devono poter giocare all'aria aperta di frequente. Quindi è consigliabile portarli il più spesso possibile all'interno di un parco e insegnare loro a giocare ai migliori giochi di gruppo anni 50. Così, oltre a trascorrere ore di pura spensieratezza, fanno movimento fisico, rafforzano le difese immunitarie e sono più inclini ad avere un buon umore.

Dove fare i più bei giochi d'epoca

Ovviamente i tempi sono cambiati. Oggi non è più possibile scendere in strada e giocare con gli amici: lo smog e l'aria inquinata rischiano di essere molto nocivi, contribuendo allo sviluppo di patologie respiratorie come l'asma bronchiale e allergie.

Organizzare gli stessi giochi degli anni 50 è possibile ma occorre farlo nei luoghi giusti: oltre ai parchi pubblici ci sono ad esempio i centri estivi che rappresentano certamente strutture idonee dove si può giocare in totale sicurezza, lontano dalle macchine e da altri pericoli.

Chi ha un giardino a disposizione può spingere i bambini a sfruttarlo per giocare in compagnia. Lo spazio esterno può diventare in qualche modo un piccolo parco divertimento dove, oltre a dare vita a giochi d'epoca si può andare su altalene e dondoli o entrare in una casetta per bambini . Tra i tanti giochi da giardino in commercio, troverai sicuramente quelli che più soddisfano i desideri di tuo figlio.

Dai giocattoli d'epoca in legno ai giocattoli elettronici

Amatissimi negli anni 50 erano i giocattoli in legno come macchinine, trenini e trottole. Oggi quei giocattoli sono difficilmente reperibili, a meno che non ci si rechi in un negozio di giocattoli d'epoca. Tuttavia le macchinine sono ancora tra i giocattoli preferiti dai più piccoli, pur non essendo, la maggior parte, più in legno. I veicoli radiocomandati incantano i bambini e li fanno divertire; grazie a un telecomando possono essere guidati a distanza. Sono realizzati generalmente in plastica e con l'ausilio di altri materiali resistenti agli urti. Negli ultimi anni sono state sviluppate persino esclusive piste elettriche per macchinine che consentono di organizzare sfide mozzafiato.

I giochi elettronici hanno in qualche modo rivoluzionato i giocattoli del passato ma possono essere considerati allo stesso tempo una loro evoluzione. I giocattoli si sono trasformati, sono diventati con il tempo sempre più pratici e a misura di bambino.

Questo però non significa che non si possa far giocare i piccoli con i giocattoli di una volta, certo forse risultano meno accessoriati, non interattivi e non elettronici, ma sicuramente sono perfetti per divertirsi in casa o all'aria aperta.

Pin It